MEDITAZIONI SUL VANGELO DI LUCA PER LA FAMIGLIA

Devozionale
MEDITAZIONE 1 "Due annunci: la nascita di Giovanni Battista e quella di Gesù":
Il brano che oggi esaminiamo è il primo di una serie nella quale seguiremo, passo a passo, i primi momenti della storia di Gesù attraverso le tentazioni nel deserto e nell’inizio del suo ministero. In questi due frammenti, Luca sottolinea la provenienza e le origini di Gesù secondo la carne. In un certo senso, si dovrebbe ricollegare alla genealogia che presenta nei passi 3, 23-38. La salvezza di Dio non è un processo distaccato dalla storia dell’uomo, né il Messia è un alieno che appare al centro del tempo. Le sue radici, infatti, sono nel popolo di Israele. Ha antenati e parenti, vive sotto il regime di un certo re e parla la lingua della sua gente. Nessuno può negare la sua condizione umana, né ha l’aspetto di un eroe mitico o di una divinità sotto mentite spoglie. Giovanni e Gesù, sebbene condividano lo stesso ambiente familiare, sociale, storico e religioso, presentano tuttavia una differenza essenziale. Giovanni preparerà «un popolo adatto al Signore», ma Gesù verrà chiamato «figlio dell’Altissimo».
I due brani condividono la stessa impostazione. In entrambi i casi l’annuncio di un messaggio di salvezza turba i destinatari, Zaccaria e Maria, ai quali viene detto di non temere. Il messaggio – la nascita di un figlio, il suo nome e la grandezza – fa sì che chiedano una spiegazione prima di accettare il progetto di Dio per la loro vita. Nella storia di Zaccaria il risultato è lo straordinario concepimento di Giovanni, che comporta inoltre la scomparsa della «vergogna» di Elisabetta, il fatto di essere sterile. Alla fine, il progetto di Dio procede a tempo debito, anche se l’incredulità dell’uomo ostacola la sua realizzazione. Zaccaria, pur essendo un sacerdote, non crede, e il suo mutismo sarà un segno per il popolo. L’annuncio, e la promessa, di essere madre dell’erede al trono di Davide, rendono Maria pienamente conscia della responsabilità che si assume accettando un impegno tanto gravoso. Lei chiede: «Come avverrà questo …?». Maria è la vergine prudente che, pur essendo una donna umile, riflette con fede sui progetti di Dio e li accetta con tutte le conseguenze: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola.»