Più vicino: come studiare la Parola di Dio - Studio indicato per donne

Devozionale

  

Non so te, ma per me, leggere la parola giudizio per ben tre volte nel brano di oggi, mi spaventa un po’. Forse perché conosco molto bene il mio peccato e sono consapevole che non posso rispettare gli standard di Dio.

Nonostante questo, nei versetti di oggi, vediamo una creazione in trepida attesa della Sua venuta. Perché il creato è così impaziente? E noi? Dovremmo essere spaventati o gioiosi rispetto alla Sua venuta? La risposta si trova in questo versetto: “Il castigo per cui abbiamo pace è caduto su di Lui…” (Isaia 53.5). Per coloro che sono in Cristo, non c’è spazio per la paura. Il giudizio di Dio e la Sua ira si sono abbattuti sul Suo amato Figlio. Cristo, infatti, ha pagato interamente il prezzo per il nostro peccato. Possiamo dunque partecipare con fervore ed entusiasmo alla trepidante attesa narrata in questo Salmo.

Cristo è venuto e ha pagato per il nostro peccato. Presto tornerà per giudicare il mondo. Coloro che sono in Cristo possono gioire grandemente perché non rimane alcun debito da pagare per il peccato ma solo la gloriosa riunione con il Creatore, Redentore e Conquistatore della nostra anima!

Dio, grazie perché la Tua ira è stata soddisfatta completamente e pienamente attraverso il sacrificio di Tuo Figlio Gesù sulla croce. Siamo gioiose, aspettando con trepidazione il Tuo ritorno e il nostro incontro con Te! Amen.