Superare Le Frustrazioni

Devozionale





Perché, Signore... perché? 


Dalle e-mail e dai feedback che ho ricevuto dai lettori di "Un miracolo ogni giorno", ho notato che la maggior parte delle persone tende a provare frustrazione in un modo o nell'altro. Molti non capiscono perché "Dio permetta" questa o quella situazione. Ecco perché vorrei portarti sulle orme dell'apostolo Paolo, in un viaggio per scoprire di più sulla risposta della Bibbia alla frustrazione. 


Paolo ha compiuto molte cose straordinarie per Dio. Ha camminato nella fede, nell'obbedienza e nella fiducia nel Signore. Eppure, anche lui ha sperimentato la frustrazione... Dio ha permesso che una spina nella carne, una grande fonte di sofferenza, lo affliggesse (2 Corinzi 12:7-10). La domanda legittima è: "perché, Signore... perché?" E quando questa domanda rimane senza risposta, può essere accompagnata da un'incapacità di comprendere e da una frustrazione. Eppure, oggi vi lascio la seguente chiave della Bibbia... 


"Infatti i miei pensieri non sono i vostri pensieri, né le vostre vie sono le mie vie, dice il Signore." (Isaia 55:8).


I suoi pensieri non sono i nostri... Dio non pensa, e quindi non agisce, come faremmo noi. Quindi Dio procede in un modo che tu non puoi capire...  


Ma, la frustrazione è inevitabile? Sei condannato a vivere frustrato? 


E se una parte della soluzione si nascondesse semplicemente nell’accettare la frustrazione, dicendo a noi stessi che Dio sa meglio di noi e che agisce sempre nel nostro interesse? 


È facile da dire, ma molto più difficile da vivere. Tuttavia, credo comunque che vivere in Cristo non significhi rimanere prigionieri della frustrazione. È possibile per noi cederla nelle mani del Maestro, in modo da poter attraversare ogni situazione con la Sua pace. 


Così, anche quando non succede nulla secondo il mio piano, posso ancora...     



  • Rivolgermi a Dio,     

  • Ricevere la pace,     

  • Ringraziarlo per tutto quello che ho,     

  • Andare avanti in serenità. 


Preghiamo insieme... "Signore, oggi mi rivolgo a Te con gratitudine. Grazie per quello che hai già fatto nella mia vita e per quello che stai per fare nei prossimi giorni. Possa il mio cuore essere aperto e disposto a ricevere i Tuoi consigli e i Tuoi insegnamenti. Nel nome di Gesù, amen!” 


Grazie di esistere,


Eric Célérier