7 giorni per delle relazioni sane secondo il piano di Dio

Giorno 1 di 7 • La lettura di oggi

Devozionale

Cos’è il successo agli occhi di Dio? 🤔 

Oggi, vorrei condividere con te una conversazione che ho avuto con Dio e che mi ha davvero insegnato a mettere le relazioni al posto giusto nella mia vita… 

Un giorno, mentre passeggiavo in un bosco in Nord Carolina, il Signore mi ha fatto questa domanda: 

Eric, come misuri il successo del tuo ministero?” 

Facile” ho risposto. “Ci sono milioni di vite che sono state trasformate! Tante persone. Un grande frutto!” 

Vorresti sapere come lo misuro io il successo?” mi ha chiesto il Signore. 

Certo”. Ho risposto. 

Per te, il successo è rappresentato da grandi numeri… quante persone sono in Me?” 

Tre: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo.” 

Ti pare un grande numero?” 

No, è un piccolo numero… ma tu sei un grande Dio!” 

Quando ho creato l’uomo, quanti ne ho creati?” 

Uno… Adamo.” 

E questo è un grande numero?” 

No…” 

Quando ho creato una compagna per Adamo, quante ne ho create?” 

Una, Eva…” 

Vedi, io misuro il successo in modo diverso da come fai tu Eric…” 

Quel giorno ho capito il modo in cui Dio misura il successo…attraverso le relazioni. Se quello che stiamo facendo per avere un grande impatto rompe o danneggia le relazioni, allora non ha senso. Dio ti ama e desidera che tu abbia relazioni buone e solide e che tu sia in pace con gli altri “Se è possibile, per quanto dipende da voi, vivete in pace con tutti gli uomini.” (la Bibbia, Romani 12:18) 

Stai vivendo delle difficoltà in quest’area della tua vita? Se è così, ti invito a pregare con me: “Signore,  vengo umilmente davanti a te credendo che Tu sei Colui che ricompensa  coloro che diligentemente Ti cercano, che Tu sei il Dio che ascolta e  risponde alle preghiere. Signore, aiutami ad avere delle relazioni buone  e solide con le persone intorno a me: la mia famiglia, I miei amici, I  miei colleghi… prego che tutte le relazioni possano essere sature del  Tuo amore e della Tua grazie. Nel potente nome di Gesù, amen.” 

Grazie di esistere, 

Eric Célérier