Proverbi 13
NR94

Proverbi 13

13
1Il figlio saggio ascolta l'istruzione di suo padre, ma il beffardo non ascolta rimproveri.
2Per il frutto delle sue labbra uno gode del bene, ma il desiderio dei perfidi è la violenza.
3Chi sorveglia la sua bocca preserva la propria vita; chi apre troppo le labbra va incontro alla rovina.
4Il pigro desidera, e non ha nulla, ma l'operoso sarà pienamente soddisfatto.
5Il giusto odia la menzogna, ma l'empio getta sugli altri discredito e vergogna.
6La giustizia protegge chi cammina nell'integrità, ma l'empietà abbatte il peccatore.
7C'è chi fa il ricco e non ha nulla, e c'è chi fa il povero e ha grandi beni.
8La ricchezza di un uomo serve come riscatto della sua vita, ma il povero non ode mai minacce.
9La luce dei giusti è gaia, ma la lampada degli empi si spegne.
10 Dall'orgoglio non viene che contesa, ma la saggezza è con chi dà retta ai consigli.
11 La ricchezza male acquistata va diminuendo, ma chi accumula a poco a poco, l'aumenta.
12 La speranza insoddisfatta fa languire il cuore, ma il desiderio realizzato è un albero di vita.
13 Chi disprezza la parola si costituisce, di fronte a essa, debitore, ma chi rispetta il comandamento sarà ricompensato.
14 L'insegnamento del saggio è una fonte di vita per schivare le insidie della morte.
15 Buon senno procura favore, ma la via dei perfidi è senza fine.
16 Ogni uomo accorto agisce con conoscenza, ma l'insensato fa sfoggio di follia.
17 Il messaggero malvagio cade in sciagure, ma l'ambasciatore fedele porta guarigione.
18 Miseria e vergogna a chi rifiuta la correzione, ma chi dà retta alla riprensione è onorato.
19 Il desiderio adempiuto è dolce all'anima, ma agli insensati fa orrore evitare il male.
20 Chi va con i saggi diventa saggio, ma il compagno degli insensati diventa cattivo.
21 Il male perseguita i peccatori, ma il giusto è ricompensato con il bene.
22 L'uomo buono lascia un'eredità ai figli dei suoi figli, ma la ricchezza del peccatore è riservata al giusto.
23 Il campo lavorato dal povero dà cibo in abbondanza, ma c'è chi perisce per mancanza di equità.
24 Chi risparmia la verga odia suo figlio, ma chi lo ama, lo corregge per tempo.
25 Il giusto ha di che mangiare a sazietà, ma il ventre degli empi manca di cibo.

1994 Società Biblica di Ginevra


Ulteriori Informazioni Su Nuova Riveduta 1994

Ti incoraggiamo e ti sfidiamo a cercare intimità con Dio ogni giorno.


YouVersion utilizza i cookie per personalizzare la tua esperienza. Utilizzando il nostro sito web, accetti il nostro utilizzo dei cookie come descritto nella nostra Privacy Policy.