Salmi 108
NR06

Salmi 108

108
Preghiera e ringraziamento
1Canto. Salmo di Davide.
Il mio cuore è ben disposto, o Dio, io canterò e salmeggerò con riverenza.
2Destatevi, saltèrio e cetra, io voglio risvegliare l’alba.
3Ti celebrerò tra i popoli, o Signore, e a te salmeggerò fra le nazioni.
4Perché la tua bontà giunge fino ai cieli e la tua fedeltà fino alle nuvole.
5Innàlzati, o Dio, al di sopra dei cieli, risplenda su tutta la terra la tua gloria!
6Perché quelli che ami siano liberati, salvaci con la tua destra e ascoltaci.
7Dio ha parlato nel suo santuario: «Io trionferò, dividerò Sichem e misurerò la valle di Succot.
8Mio è Galaad, mio è Manasse, Efraim è l’elmo del mio capo, Giuda è il mio scettro.
9Moab è il catino dove mi lavo; sopra Edom getterò il mio sandalo; sulla Filistia proromperò in grida di trionfo».
10Chi mi guiderà alla città forte? Chi mi condurrà fino in Edom?
11Non sei forse tu, o Dio, che ci hai respinti e non esci più, o Dio, con i nostri eserciti?
12Aiutaci a uscire dalle difficoltà, perché vano è il soccorso dell’uomo.
13Con Dio noi faremo cose grandi ed egli schiaccerà i nostri nemici.

2008 Società Biblica di Ginevra

Ulteriori Informazioni Su Nuova Riveduta 2006