AMORE FOLLE

Giorno 5 di 5 • La lettura di oggi

Devozionale

Dal fondo a un momento di lucidità


Luca 15:17 ci dice che era “rientrato in sé”. Questo è il momento che tutti devono vivere. Un momento di lucidità. Una rivelazione solenne in cui pensi: “Aspetta un minuto. Cosa sto facendo qui? Come sono diventato? Chi sono? Perché vivo così? Dev’esserci di più e meglio di questo nella vita! ”. 


C’è qualcuno fra voi che ha bisogno di rientrare in sé come il figliol prodigo? Forse sei cresciuto in chiesa o una volta seguivi Gesù? Devi capire che qualunque idea errata ti abbia portato ad allontanarti dalla tua fede per farti inseguire le cose di questo mondo, non ti mollerà facilmente. Geremia 2:5 ci avverte: “Così parla il Signore: Quale iniquità hanno trovato i vostri padri in me, che si sono allontanati da me e sono andati dietro alla vanità, e sono diventati essi stessi vanità?”. Il mondo ha mentito e tu l'hai comprato! Prometteva la pace, la gioia, la soddisfazione e la realizzazione per cui ti affliggevi, ma ti ha lasciato vuoto.


È ora di tornare a casa! Forse non hai mai sentito queste cose prima. Forse non sapevi che c'era una soluzione all'inferno vivente in cui ti trovi. Forse non sapevi che Dio ha un rimedio per il peccato, la malattia, la dipendenza e le tenebre che stanno cercando di affondarti. Questa è la tua sveglia: è ora di tornare a casa!


Ed è esattamente quello che ha fatto il figliol prodigo. Decise che si sarebbe umiliato, sarebbe tornato da suo padre e si sarebbe offerto di diventare uno dei suoi servitori salariati (perché persino loro vivevano meglio di lui).