Michea - Praticare la giustizia, amare la misericordia e camminare con Dio

Devozionale

Il giudizio sarebbe arrivato su Gerusalemme perché era diventato un luogo in cui la giustizia era corrotta. I governanti, i sacerdoti e i profeti commettevano ogni genere di peccato e tuttavia fingevano di seguire la volontà di Dio. Fecero tutto per un profitto e per il proprio beneficio, e camuffarono il loro peccato come servizio al Signore.

La loro disobbedienza avrebbe portato alla distruzione di Gerusalemme, la città santa. Il tempio sarebbe scomparso e la gente sarebbe stata portata in esilio. Come dice Lamentazioni 4:13, tutto ciò sarebbe accaduto a causa dei "peccati dei suoi profeti e delle iniquità dei suoi sacerdoti". Non potevano immaginare che il nemico sarebbe entrato nelle porte di Gerusalemme. Non volevano credere che Dio è Santo e che i Suoi patti con il Suo popolo dipendevano dalla l'ubbidienza.

Quando qualcosa non va, dobbiamo estirparlo, strapparlo insieme alla sua radice. Certamente sarà doloroso ma rappresenta l'unica soluzione per fare le cose nel modo giusto. Quando la cancrena attacca il corpo, la parte colpita deve essere amputata per salvare tutto il corpo. Dobbiamo fare lo stesso con il peccato. Esso deve essere amputato con la sua radice per vivere una vita che piace a Dio. 

Caro Padre, aiutami a vedere il mio peccato, confessarlo e estirparlo dalla mia vita. Non voglio fingere di vivere una vita santa, voglio essere santa come Tu sei Santo. Aiutami a vivere una vita che ti piace. Nel nome di Gesù, Amen.