Seconda lettera ai Corinzi 6
NR94

Seconda lettera ai Corinzi 6

6
Fedeltà e dedizione di Paolo al suo servizio
2 Co 5:18-21 (1 Te 2:1-13; 2 Ti 3:10, 11; 2 Co 11:23-30; At 20:18-35)
1Come collaboratori di Dio, vi esortiamo a non ricevere la grazia di Dio invano; 2poiché egli dice: «Ti ho esaudito nel tempo favorevole, e ti ho soccorso nel giorno della salvezza#+Is 49:8.». Eccolo ora il tempo favorevole; eccolo ora il giorno della salvezza! 3Noi non diamo nessun motivo di scandalo affinché il nostro servizio non sia biasimato; 4ma in ogni cosa raccomandiamo noi stessi come servitori di Dio, con grande costanza nelle afflizioni, nelle necessità, nelle angustie, 5nelle percosse, nelle prigionie, nei tumulti, nelle fatiche, nelle veglie, nei digiuni; 6con purezza, con conoscenza, con pazienza, con bontà, con lo Spirito Santo, con amore sincero; 7con un parlare veritiero, con la potenza di Dio; con le armi della giustizia a destra e a sinistra; 8nella gloria e nell'umiliazione, nellabuona e nella cattiva fama; considerati come impostori, eppure veritieri; 9come sconosciuti, eppure ben conosciuti; come moribondi, eppure eccoci viventi; come puniti, eppure non messi a morte; 10come afflitti, eppure sempre allegri; come poveri, eppure arricchendo molti; come non avendo nulla, eppure possedendo ogni cosa!
Fl 1:8; 1 Te 5:12, 13
11 La nostra bocca vi ha parlato apertamente, Corinzi; il nostro cuore si è allargato. 12Voi non siete allo stretto in noi, ma è il vostro cuore che si è ristretto. 13Ora, per renderci il contraccambio (parlo come a figli), allargate il cuore anche voi!
Necessità di una scelta
1 Co 10:14-22; Ef 5:5-13; Ap 18:4; 1 P 2:9-12
14 Non vi mettete con gli infedeli sotto un giogo che non è per voi; infatti che rapporto c'è tra la giustizia e l'*iniquità? O quale comunione tra la luce e le tenebre? 15E quale accordo fra Cristo e Beliar#Beliar ovvero Satana, da una parola ebraica che significa cattiveria.? O quale relazione c'è tra il fedele e l'infedele? 16E che armonia c'è fra il *tempio di Dio e gli idoli? Noi siamo infatti il tempio del Dio vivente, come disse Dio: «Abiterò e camminerò in mezzo a loro, sarò il loro Dio ed essi saranno il mio popolo#+Es 29:45; +Ez 37:26, 27.. 17Perciò, uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il Signore, e non toccate nulla d'impuro;#+Is 52:11. e io vi accoglierò. 18E sarò per voi come un padre e voi sarete come figli e figlie, dice il Signore onnipotente».#+Is 43:5-6.

1994 Società Biblica di Ginevra


Ulteriori Informazioni Su Nuova Riveduta 1994