Prima lettera ai Tessalonicesi 5
NR06

Prima lettera ai Tessalonicesi 5

5
1Quanto poi ai tempi e ai momenti, fratelli, non avete bisogno che ve ne scriva; 2perché voi stessi sapete molto bene che il giorno del Signore verrà come viene un ladro nella notte. 3Quando diranno: «Pace e sicurezza», allora una rovina improvvisa verrà loro addosso, come le doglie alla donna incinta; e non scamperanno.
4Ma voi, fratelli, non siete nelle tenebre, così che quel giorno abbia a sorprendervi come un ladro; 5perché voi tutti siete figli di luce e figli del giorno; noi non siamo della notte né delle tenebre. 6Non dormiamo dunque come gli altri, ma vegliamo e siamo sobri; 7poiché quelli che dormono, dormono di notte, e quelli che si ubriacano, lo fanno di notte. 8Ma noi, che siamo del giorno, siamo sobri, avendo rivestito la corazza della fede e dell’amore e preso per elmo la speranza della salvezza. 9Dio infatti non ci ha destinati a ira, ma ad ottenere salvezza per mezzo del nostro Signore Gesù Cristo, 10il quale è morto per noi affinché, sia che vegliamo sia che dormiamo, viviamo insieme con lui. 11Perciò, consolatevi a vicenda ed edificatevi gli uni gli altri, come d’altronde già fate.
Ultime raccomandazioni
12Fratelli, vi preghiamo di avere riguardo per coloro che faticano in mezzo a voi, che vi sono preposti nel Signore e vi istruiscono, 13e di tenerli in grande stima e di amarli a motivo della loro opera. Vivete in pace tra di voi.
14Vi esortiamo, fratelli, ad ammonire i disordinati, a confortare gli scoraggiati, a sostenere i deboli, a essere pazienti con tutti.
15Guardate che nessuno renda ad alcuno male per male; anzi cercate sempre il bene gli uni degli altri e quello di tutti.
16Siate sempre gioiosi; 17non cessate mai di pregare; 18in ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi.
19Non spegnete lo Spirito. 20Non disprezzate le profezie, 21ma esaminate ogni cosa e ritenete il bene; 22astenetevi da ogni specie di male.
23Or il Dio della pace vi santifichi egli stesso completamente; e l’intero essere vostro, lo spirito, l’anima e il corpo, sia conservato irreprensibile per la venuta del Signore nostro Gesù Cristo. 24Fedele è colui che vi chiama, ed egli farà anche questo.
25Fratelli, pregate per noi.
26Salutate tutti i fratelli con un santo bacio.
27Io vi scongiuro per il Signore che si legga questa lettera a tutti i fratelli.
28La grazia del Signore nostro Gesù Cristo sia con voi.

2008 Società Biblica di Ginevra

Ulteriori Informazioni Su Nuova Riveduta 2006